Dettaglio News

17-giu-2016

"Un applauso anche all'orchestra"


COMUNE DI POTENZA

Museo Archeologico Provinciale "M. Lacava"
24 giugno 2016 alle ore 17:00
 

Organizzazione: Le Ali di Frida con il patrocinio della Provincia di Potenza

Dopo il successo del romanzo di esordio L'asino alla finestra e il vitello sul campanile ritorna lo scrittore Giuseppe Iaquinta con il suo nuovo lavoro “UN APPLAUSO ANCHE ALL’ORCHESTRA” edito da Millerighe. Un’ulteriore conferma del talento di questo autore napoletano di origini lucane che presenterà la sua ultima fatica al Museo Archeologico Provinciale di Potenza il prossimo 24 giugno con l’associazione potentina Le Ali di Frida che opera con grande attenzione alle risorse umane culturali ed artistiche presenti in regione o fortemente radicate in essa.
Scrittore ironico, appassionato, sensibile e profondo, Iaquinta con questo suo romanzo conduce i lettori all’interno della storia recente di questo nostro Paese catapultandoli in un poliedrico vortice di personaggi, ambienti, colori, situazioni… e lo fa con grande maestria, con un linguaggio originale che coinvolge, diverte, ed emoziona.
Protagonista è una famiglia lucana che, sperando di ribaltare una sorte avversa, si avventura agli inizi degli anni ’60 in una difficile, quanto improbabile, emigrazione nel capoluogo partenopeo. Qui, uno dei figli, Totonno, grazie al dono di una bellissima voce, con grande tenacia e determinazione ed altrettanta umiltà riuscirà a realizzare il sogno della sua vita: cantare nel Teatro San Carlo. Vincerà il concorso come tenore apprestandosi a godere la bellezza e la gioia di un sogno realizzatosi oltre le più rosee aspettative ma purtroppo, ancora una volta, la prepotenza del destino travolgerà con la sua violenza e cecità la vita del protagonista e le vite di coloro che lo amano. Solo attraverso la musica, infine, i pezzi lacerati potranno ricomporsi e salvarsi dalla disperazione.
E’ un libro divertente e commovente allo stesso tempo, schioppettante e profondo; è un inno alla laboriosità della nostra gente, alla capacità di accoglienza di una città come Napoli mai chiusa in se stessa, ad una generazione non arresa allo sconforto ed alle ingiustizie; è un omaggio alla grandezza della semplicità ed ingenuità di uno spirito semplice e perciò profondamente vicino al senso di questa nostra esistenza; è l’affermazione della potenza salvifica della musica, è la certezza che nell’armonia infinita saremo una cosa sola.

Oltre all’autore Giuseppe Iaquinta, saranno presenti Angela Costabile, Dirigente Ufficio Cultura della Provincia di Potenza, Franca Coppola, Presidente dell’Associazione Le Ali di Frida promotrice dell’evento, lo scrittore Rocco Brindisi, la musicista Paola Guarino, il responsabile del Settore Cultura del Circolo Lucani nel Mondo Antonio Valicenti, il tenore Giuseppe Coluzzi.

Lettura di brani a cura di Isabella Urbano e Carmen Cangi.

Note biografiche dell'Autore
Giuseppe Iaquinta nasce a Vietri di Potenza il 1954. All’inizio degli anni ’60, come tanti lucani, lascia la sua terra in cerca di migliore sorte. La trova a Napoli, dove tuttora vive in pieno centro storico. Da trent’anni è medico di famiglia a Volla, cittadina satellite del capoluogo campano. Nel 2011 insieme ai suoi fratelli ricompra “lu ponde ru lu jome”, il campo che i genitori avevano venduto prima di trasferirsi all’ombra del vesuvio. Questo viaggio a ritroso nel tempo, fino all’infanzia felice, gli ispira nel 2011 il lungo racconto L’asino alla finestra e il vitello sul campanile (edizioni Scientifiche e Artistiche), che gli vale diversi riconoscimenti di pubblico e di critica. Un applauso anche all'orchestra è il suo nuovo romanzo edito da Millerighe