Dettaglio News

18-giu-2019

"Un mondo a parte: l'inferno di Moria. La vita in un campo profughi"

COMUNE DI POTENZA
Pinacoteca provinciale
dal 19 giugno 2019 fino al 30 giugno 2019

Organizzazione: Fondazione Città della Pace con il patrocinio della Provincia di Potenza

“Un mondo a parte: l’inferno di Moria. La vita in un campo profughi”
Mostra fotografica di Salvatore Cavalli
19 - 30 giugno Pinacoteca Provinciale Potenza
Il 19 giugno alle ore 18,30 sarà inaugurata la mostra fotografica “Un mondo a parte: l’inferno di Moria.
La vita in un campo profughi” del fotoreporter Salvatore Cavalli presso la Pinacoteca Provinciale di Potenza in Via Lazio n°8 alla presenza dell’autore delle fotografie.
L’evento si inserisce nel programma migrAzioni 2019 per celebrare la Giornata mondiale del Rifugiato; per l’ottavo anno consecutivo la Fondazione Città della Pace insieme ad Arci Basilicata, alla Cooperativa Sociale Il Sicomoro e all’Associazione Tolbà organizzano una serie di iniziative di sensibilizzazione sui diritti umani nell’ambito delle attività del Sistema di Protezione Richiedenti Asilo e Rifugiati SPRAR/SIPROIMI gestite dalla Provincia di Potenza e dal Comune di Pietragalla.
La mostra fotografica, prodotta dalla Fondazione Città della Pace per i Bambini Basilicata insieme all’Associazione Amici di Magu di Bologna, descrive attraverso 12 fotografie in bianco e nero la vita del campo profughi nell’isola di Lesbo che accoglie principalmente i migranti provenienti dalla rotta balcanica, la cui capienza massima è di 2000 persone e che invece ne accoglie più del doppio.
Già presentata a Bologna nello scorso marzo, l’esposizione si arricchisce a Potenza di alcuni disegni toccanti realizzati dai bambini che vivono a Moria e che hanno utilizzato pennarelli e quaderni raccolti dalla Fondazione Città della Pace lo scorso anno.
Salvatore Cavalli, 36 anni, catanese d'origine con anni di vita passati anche tra Bologna, Firenze, Milano è oggi collaboratore come freelance con molte delle più note agenzie mondiali tra cui Associated press o con ICRC, Unicef e Save the Children.
Con questa iniziativa si intende far conoscere le condizioni igienico-sanitarie e alimentari del campo che sono insostenibili per le persone che vivono in una situazione di stallo aspettando che la propria domanda di asilo, di ricollocamento o di ricongiungimento familiare venga valutata dalle autorità.
Oltre alla mostra fotografica, sarà possibile vedere il documentario "Prigionieri sull'isola" di Valerio Cataldi, giornalista Rai e Presidente dell'Associazione Carta di Roma che descrive la realtà dei bambini rifugiati e migranti intrappolati a Lesbo ed in Bosnia lungo la cosiddetta “rotta balcanica” spesso in condizioni terribili.