Venosa, Museo Archeologico Nazionale e il Castello di Pirro del Balzo

Descrizione

Il Castello Aragonese ha pianta quadrata con torri cilindriche e sorge su bastioni che ricordano quelli del Maschio Angioino di Napoli. Il complesso è circondato da un profondo fossato.

Fu Pirro del Balzo a finanziare la sua costruzione tra il 1460 e il 1470, scegliendo come sito quello occupato dalla prima Cattedrale venosina. In tale intervallo di tempo furono innalzate parte delle torri cilindriche, che segnano gli angoli della pianta quadrangolare, e la murazione. Al tempo del vicereame spagnolo (1553) risalgono invece l'escavo del fossato, i bastioni e la loggia interna su pilastrini. Al XVII-XVIII secolo risale tutta l'ala nord-ovest del castello.

Oggi l'interno del castello è utilizzato in parte dal Museo Archeologico Nazionale. Questo contiene una scelta di materiali volti a connotare lo sviluppo storico della città e del territorio su essa gravitante, dalla fase preromana al tardo impero e ai normanni. Particolarmente interessanti sono le ceramiche, la collezione numismatica, i mosaici pavimentali, le pitture parietali e le tipologie sepolcrali, cui si accompagnano una croce-reliquiario dell'VIII-IX secolo.

Dal cortile interno del Castello si sale al loggiato aperto al tempo della trasformazione del fortilizio in residenza; di qui si passa nella Biblioteca comunale e nei due saloni di rappresentanza, dalle volte dipinte con soggetti allegorici.

Come arrivare o indirizzo:

Piazza Castello, P.zza Umberto I, 85029 Venosa

Info museo e castello:

tel./fax 0972 36095

Apertura:

tutti i giorni, 9:00-20:00 - martedì, 14:00-20:00 chiusura: martedì mattina, 25/12, 01/01, 01/05

Prezzo biglietti:

gratis 0-18 anni e over 65, ? 1.25, 18-21 anni, ? 2.50, 26-65 anni N.B.: le scolaresche non pagano.

mappa_venosa